Forni industriali per porchetta by Nunziangeli Forni

Cibo

I forni per porchetta si realizzano a uno, due o tre posti, su richiesta del cliente nelle dimensioni personalizzate.

Sono necessari per chi lavora nei pub, nelle pizzerie o nei ristoranti.

La cottura al forno della porchetta varia dalle due a cinque ore, a seconda della mole dell’animale, viene controllato di tanto in tanto per il rosolamento.

Di solito la tradizione vuole che la porchetta sia arrostita nel forno a legna, però questo metodo non assicura il rispetto delle norme riguardo l’igiene, che prevedono un lavaggio perfetto del forno dopo l’uso. Inoltre tende a seccare le parti più magre del maiale.

Ed è per questo motivo che si tende ad arrostire la porchetta in forni in acciaio inossidabile.

Tutte le attrezzature si possono avere con alimentazione elettrica o a gas, una versione top con il vano sottostante con o senza portine.

Per i forni possiamo trovare varie dimensioni in base alla capacità delle teglie; poi possiamo trovare versioni programmabili con la possibilità di manipolazioni di vari processi di cottura in base alle ricette.

Alcuni forni hanno anche il touch screen che rappresentano un passo in avanti nei sistemi di controllo per forni di essiccazione; esso consiste nell’unione di un sistema di controllo tradizionale avanzato e flessibile e le conoscenze di esperti a livello internazionale nel campo dell’essiccazione del legno.

Oltre a questo il sistema touch screen comprende una libreria di vari programmi per una quantità di oltre 500 specie legnose e anche cicli per mantenere o variare la colorazione del legno per processi rapidi.

Il sistema touch screen è in grado di riconoscere tutti questi dati insieme ad altre informazioni che sono ricevute dagli utenti e dai sensori che possiede, per creare il programma più adatto per essiccare al meglio il prodotto in base alle esigenze del cliente.

Questo sistema, inoltre, è in grado di integrare il ciclo di essiccazione con le soluzioni che sono più adatte e riconoscono le criticità del processo come il legname incrostato o quello congelato.

Grazie a questo sistema Dtouch, è sufficiente spiegare al sistema cosa si vuole ottenere, rispondendo ad alcune domande, dopodiché esso creerà il ciclo più adatto a quello che si cerca.

E’un sistema che ha grande potenzialità, dal punto di vista del controllo, in futuro infatti verranno integrati spesso.

Usufruendo della funzione di aggiornamento automatico, il Dtouch potrà usufruire senza difficoltà dei continui miglioramenti e delle continue funzioni aggiuntive che verranno sviluppate sul prodotto.

Le diverse tipologie di forni adatti alla produzione sono: Baby porchetta elettrico o gas per cottura di un tronchetto: NS70 elettrico, o gas, per una porchetta di una qualsiasi dimensione: l’NV90, elettrico o gas per due porchette,  o nove tronchetti: l’NV120, per tre porchette  o dodici tronchetti.

Quest’ultimo in particolare è fornito di un dettaglio cerniera e invito, una cappa di aspirazione opzionale, chiusura a doppio perno girevole, un carrello cottura per dodici tronchetti, o tre porchette, scarico acqua con invaso e pareti lisce per una pulizia facile, un doppio vetro temperato su porta apribile che può essere opzionale e una camera di forno a gas a doppia parete.

Tutte le lavorazioni sono a cura di Nunziangeli Forni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *